“Ecce Donna” / “Qui regna amore”

Breve descrizione dell'evento: 
Installazioni di Giuseppangela Campus
Data fine evento: 
Lunedì, 7 Gennaio, 2019
Data inizio evento: 
Venerdì, 7 Dicembre, 2018
Città: 
Regione: 
Descrizione dell'evento: 

Violenze di genere, femminicidi efferati, solitudine, impotenza, isolamento. Il martirio eterno dei santi di tutti i tempi, mantiene la silhouette dei grandi capolavori dell’arte, ma veste la subdola complicità della retorica del “buon”, familiare, quotidiano.

La sconcertante ondata di violenza domestica a danno della donna, che attanaglia il Millennio “più evoluto”, si manifesta nella forza sintetica del tratto, fra grafica e pittura, dei colori accattivanti, dei simboli gentili per crudeli referenti, dei ritmi installativi, di Giuseppangela Campus.

Venerdì 7 dicembre 2018, alle ore 16, sarà la sede “dell'acquisto necessario”, ma in “periodo consumistico”, la Unicoop di Pomarance (PI), ad accogliere l’inaugurazione della doppia installazione “Ecce Donna” e “Qui regna amore”, organizzata da Ass. Officina Rolandi con il patrocinio del Comune di Pomarance. La prima allestita proprio nelle coordinate del supermercato cittadino, la seconda in uno spazio “in trasparenza”, al numero 29 di Piazza De Larderel.

“Ecce donna”, sono quattordici tavole, come le stazioni della Via Crucis. La protagonista femminile ha il busto nudo e porta semplici pantaloni a fiori. In stile pop art è anche la ricorrenza dell’immagine, ma anche il “corpo del reato” di turno: il martello, il fucile, il coltello, la tanica di benzina ecc.

Grandi formati per una Manifest Arte di schietta e diretta “manifestazione” della forma del maschilismo contemporaneo, attraverso quella che l’artista definisce “una traslazione iconologica pensata per sottolineare il carattere universale della crudeltà che persiste nella sua abituale brutalità”.

“Qui regna amore” è l’altra installazione. Sintetizza lo spazio autoreferenziale della casa con i suoi due rovesci della medaglia. Case come “riparo, rifugio, amore, suolo familiare, decoro, luoghi dove convivere”, ma passibili di trasformazione in “spazi chiusi che isolano e nascondono molti drammi”.

I muri fisici e quelli non meno reali della “felicità artefatta”, di quella intimità manipolatoria che “si nutre della privazione del mondo”, assumono, nell’installazione, il carattere opposto della trasparenza. Ed è un doloroso e finale viaggio attraversi i segni della sopraffazione, del vuoto delle relazioni umane, della morte come ultimo dominio e in un’epoca che non prevede resurrezione.

Le installazioni saranno visibili per tutto il periodo natalizio dal 7 dicembre 2018 al 7 gennaio 2019. Presso il Punto Coop in Viale G. Cercignani, 12, durante l’orario di apertura del supermercato. Info: officinarolandi@gmail.com / https://www.facebook.com/Officina-Rolandi.

 

 

 

 

 

 

 

 

Per informazioni: 
officinarolandi@gmail.com
Parole chiave: 
mostra
femminicidio
Pomarance
Campus
installazioni